Nuovo format di contratto semplice

La legge n. 27 del 24 marzo 2012, a recepimento del D.L. 1/2012, ha sancito l’obbligo di pattuire il Compenso delle prestazioni professionali al momento del conferimento dell’incarico professionale; il Professionista deve “rendere noto al cliente il grado di complessità dell’incarico, fornendo tutte le informazioni utili circa gli oneri ipotizzabili dal momento del conferimento alla conclusione dell’incarico […]. In ogni caso la misura del compenso è preventivamente resa nota al cliente anche con un preventivo di massima […]”. Il Codice Deontologico ha precisato (art. 24 comma 1), che il contratto deve essere sottoscritto tra le parti, introducendo di fatto l’obbligatorietà della forma scritta, laddove il legislatore aveva valutato la sola opportunità su richiesta del committente.
Il Gruppo di Lavoro “Professione, Contratti e Compensi” della Consulta Regionale Lombarda degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori, a conclusione dello studio delle condizioni in cui i Professionisti si trovano ad operare a seguito della L. 27/2012 e dell’introduzione del Nuovo Codice Deontologico del 2014, ha ritenuto opportuno fornire agli Iscritti un “format di contratto semplice”, implementabile e personalizzabile, che fornisca un’utile base per gestire la contrattualizzazione del maggior numero possibile di incarichi di tipo corrente.
Il format sarà poi completato, a cura di ciascun professionista, con il preventivo dettagliato delle prestazioni adeguato all’importanza dell’opera e il Disciplinare (se redatto).

CONDIVIDI
IN EVIDENZA
CALENDARIO EVENTI
PROSSIMI 10 EVENTI      
SEGUICI SUI SOCIAL
protocollo@architettilombardia.com redazione@consulta-al.it
Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie
e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy