Deroga contributo minimo soggettivo 2022 entro 31 maggio

Come di consueto, la cassa pensionistica di ingegneri e architetti liberi professionisti ricorda che c’è tempo fino al 31 maggio per chiedere la deroga al pagamento del contributo minimo soggettivo per il dovuto 2022.
La possibilità è concessa dall’articolo 4 del Regolamento Generale Previdenza, che permette di derogare per un massimo di 5 anni nell’arco della vita lavorativa per chi produce redditi inferiori al valore corrispondente al contributo minimo soggettivo.
Chi nel 2022 prevede di conseguire un reddito professionale inferiore a 16.310 euro può quindi chiedere di non versare il contributo soggettivo minimo e pagare il 14,5% del solo reddito effettivamente prodotto entro dicembre 2023, dopo la presentazione della dichiarazione on line. Saranno garantiti i servizi di assistenza e la possibilità di presentare la domanda di riscatto o ricongiunzione dei periodi assicurativi maturati presso altre gestioni previdenziali.

Requisiti
∎ essere iscritto ad Inarcassa al momento della richiesta
∎ non essere pensionando o pensionato Inarcassa
∎ non essere titolare di pensione erogata da altro ente previdenziale (tranne la pensione di invalidità civile dell’INPS)
∎ non usufruire della riduzione per i giovani under 35 anni
∎ non aver esercitato la facoltà di deroga già per 5 volte

La domanda deve essere presentata attraverso l’area riservata di Inarcassa On Line, accedendo al menu “Agevolazioni - Deroga contributo soggettivo minimo”.
La richiesta può essere presentata anche da coloro che hanno optato per la rateizzazione dei contributi minimi.

Modalità di versamento e riscatto
Se l’ammontare del reddito professionale inserito nella dichiarazione sarà inferiore a 16.310 euro, si dovrà generare, alla fine della procedura di inserimento della dichiarazione on line, un avviso di pagamento Pago PA per un importo pari al 14,5% del reddito dichiarato, da pagare entro il 31 dicembre 2022.
Qualora invece il reddito professionale dichiarato si rivelasse uguale o superiore a 16. 310 euro, l’avviso di pagamento Pago PA, con scadenza 31 dicembre 2023 e generato alla fine della procedura di inserimento della dichiarazione on line, conterrà anche l'importo pari al 14,5% del reddito dichiarato, maggiorato degli interessi (BCE+4,50%) sul solo contributo minimo dovuto e decorrenti dalle due scadenze ordinarie (integrazione obbligatoria).

Effetti
La deroga determina la diminuzione dell’anzianità contributiva utile alla pensione che viene riconosciuta in misura proporzionale a quanto versato per l’annualità interessata. Per recuperare, si potrà integrare gli importi non versati richiedendo il riscatto entro i cinque anni successivi e assicurarsi così l’anzianità previdenziale intera (integrazione volontaria). La domanda di riscatto può essere presentata già dal 1° gennaio dell’anno successivo a quello derogato e l'elaborazione del relativo onere potrà essere effettuata a seguito di presentazione della dichiarazione reddituale dell’anno in deroga ed a seguito del pagamento del conguaglio eventuale.

Per maggiori informazioni » inarcassa.it/site/home/contributi/deroga-contributo-minimo-soggettivo


 

10 Maggio 2022

CONDIVIDI
  • Stampa Articolo
  • Invia Articolo
IN EVIDENZA
CALENDARIO EVENTI
PROSSIMI 10 EVENTI      
29
FEB
Termografia: come impostare una diagnosi a regola d’arte
 16:00 - 19:00   Webinar Bergamo   Webinar Bergamo 
01
MAR
La riforma dei Lavori Pubblici per i professionisti
 14:00 - 18:00   via San Martino della Battaglia 18   sede dell'ordine + webinar 
12
APR
Le vie della bellezza. Tracce di legislazione per la tutela dei beni culturali della comunità ecclesiale
 16:00 - 18:00   Webinar   Webinar 
19
APR
Le vie della bellezza. Tracce di legislazione per la tutela dei beni culturali della comunità ecclesiale
 16:00 - 18:00   Webinar   Webinar 
03
MAG
Le vie della bellezza. Tracce di legislazione per la tutela dei beni culturali della comunità ecclesiale
 16:00 - 18:00   Webinar   Webinar 
10
MAG
Le vie della bellezza. Tracce di legislazione per la tutela dei beni culturali della comunità ecclesiale
 16:00 - 18:00   Webinar   Webinar 
17
MAG
Le vie della bellezza. Tracce di legislazione per la tutela dei beni culturali della comunità ecclesiale
 16:00 - 18:00   Webinar   Webinar 
SEGUICI SUI SOCIAL
UTILITÀ
  • Privacy Policy
  • Cookie Policy
  • Condizioni d’uso
  • Credits
  • Webmaster
comunicazione@architettilombardia.com